Vittorio Sgarbi “tradisce” Silvio Berlusconi e si unisce al dissidente Toti nella nuova formazione di centro-destra alla Camera

Vittorio Sgarbi “tradisce” Silvio Berlusconi. Il critico d’arte si unisce al dissidente azzurro Giovanni Toti nella nuova formazione politica di centrodestra alla Camera. I due infatti faranno parte del gruppo parlamentare formato da Cambiamo e Noi con l’italia dell’ex ministro Maurizio Lupi. In totale sono dieci i deputati (numero necessario per dar vita a una nuova componente del Misto), di cui cinque fedelissimi di Toti e 4 deputati di Noi con l’Italia (compreso Lupi e Sgarbi).

“Ho dato la mia adesione a una componente di tradizione liberale”, ha detto il critico d’arte all‘Adnkronos, mentre gli faceva eco l’ex forzista: Da oggi siamo on line, anche noi abbiamo la nostra casa virtuale… Sono aperte le iscrizioni valide per il 2020″. E chissà – la butta lì Toti – che alla fine della tornata amministrative di gennaio a febbraio “non faremo una convention nazionale”.

CAMERA: DEPUTATI CAMBIAMO ADERISCONO A GRUPPO NCI

 (ANSA) – “I deputati di CAMBIAMO!, i parlamentari che fanno riferimento all’esperienza di Giovanni Toti, hanno aderito alla componente del gruppo misto Noi con l’Italia-Usei che da oggi, dopo l’arrivo di Vittorio Sgarbi la settimana scorsa, conta dieci componenti. Il nome della componente diventa così Noi con l’Italia – Usei -CAMBIAMO! – Alleanza di Centro “. Lo annuncia Maurizio Lupi, presidente Noi con l’Italia – Usei – CAMBIAMO! – Alleanza di Centro.

vittorio sgarbi alla convention di giovanni toti l'italia in crescita vittorio sgarbi alla convention di giovanni toti l’italia in crescita

 (ANSA) – Cambiamo! il movimento politico che fa capo al governatore ligure Giovanni Toti sbarca on line. Da oggi infatti è attivo il sito Cambiamo.eu, un portale attraverso cui ci si potrà iscrivere (la quota di adesione è di 10 euro), sostenere il partito con la possibilità di creare circoli sul territorio. A presentare il sito, nel corso di una conferenza stampa, lo stesso Toti con i parlamentari di Cambiamo! tra cui Paolo Romani. “Dopo la fine della tornata amministrativa di gennaio – spiega Toti – quindi probabilmente a febbraio faremo una convention nazionale a Genova”.

Ma il sito, così come i gruppi parlamentari, rappresentano solo dei tasselli di un progetto che come evidenzia il governatore ligure ha come obiettivo “quello di diventare un contenitore aperto a tutte le anime del centrodestra che non vogliono iscriversi nella Lega e che vedono come ora Forza Italia sia una casa fragile”. Punto centrale sottolineano sia Toti che Romani è la democraticità ed il rinnovo della classe dirigente “cosa per cui ci siamo battuti dentro Fi. Anche il programma ch presentiamo – sottolinea Romani- è un punto di partenza da cui lavoriamo. La condivisione è essenziale per evitare di essere il solito movimento che nasce già vecchio”.

Su un altro punto Toti ed i parlamentari sono netti: il movimento non farà da stampella al governo “siamo nel centrodestra, non sosterremo nessun governo con grillini, Renzi o Zingaretti”. Porte aperte ai nuovi ingressi e dialogo con tutti a partire dalla nuova associazione di Mara Carfagna a cui Toti fa gli auguri anche se ammette: “non ho ancora capito quale sia la direzione” del suo progetto.


Articolo pubblicato su Dagospia, consultabile in forma originale ed integrale tramite il seguente link:

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/chi-tiene-fermo-sgarbi-si-unisce-gruppo-toti-camera-222256.htm

Condividi questo articolo