Sono “fasulli” i followers dei profili socials della Meloni ?  “Report” ha fatto un’inchiesta che merita di essere vista

Giorgia Meloni e Giorgio Mottola di “Report”

Dall’inchiesta di “Report” denominata “La fabbrica social della paura”, realizzata da Giorgio Mottola e andata in onda l’11 novembre 2019, emergono informazioni particolarmente preoccupanti, che riteniamo giusto riproporre, per dovere di cronaca, anche per tutti/e coloro che non hanno avuto l’opportunità di vedere tale puntata del programma d’inchiesta della RAI.

Come premessa al video, la seguente dichiarazione dei responsabili di “Report”:

Su internet la macchina della paura non dorme mai.

Produce notizie false, manipola le informazioni e propaganda dati truccati. Oggi la disinformazione è diventata il principale strumento di lotta politica e il campo di battaglia sono i social network.

Facebook e Youtube si sono trasformati nel principale megafono della propaganda neonazista, rilanciata ormai apertamente anche dai leader nazionali dei partiti di destra.

I contenuti della macchina della paura diventano virali grazie a inserzioni a pagamento, reti di pagine farlocche e account automatizzati.

Si chiamano bot e sui social simulano il comportamento umano per diffondere e amplificare la propaganda di un leader o di un partito. In Italia li usano tutti: politici, giornali e aziende private.

Report ha intervistato in esclusiva, a volto scoperto, uno dei più importanti programmatori di bot che su Facebook e Twitter è riuscito a rendere virali i messaggi di uno dei partiti oggi al governo.


.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *