Rivelazioni sul Coronavirus: Fernando Rucci, autorevole ed illustre rappresentante della Massoneria mondiale, afferma che…

L’Avvocato FERNANDO RUCCI, Sovrano Gran Commendatore dell’Unione Logge Sovrane del Mediterraneo

L’Avvocato Fernando Rucci, Sovrano Gran Commendatore dell’Unione Logge Sovrane del Mediterraneo e Fondatore dell’AUM (Alleanza Universale Massonica), e quindi uno dei più illustri ed autorevoli rappresentanti della massoneria mondiale, ha scritto ai suoi Fratelli ed alle sue Sorelle una lettera, pubblicata anche sul suo Profilo Facebook (missiva che noi riportiamo integralmente), nella quale, oltre a dare disposizioni in merito alla loro Comunione, fa importantissime ed interessantissime considerazioni sul Coronavirus COVID-19 e sulle implicazioni che la pandemia provocata da tale Virus ha comportato, comporta e comporterà nella vita di tutti noi.

Di seguito, la lettera di Fernando Rucci:

——————–

Carissime Sorelle, Carissimi Fratelli,

Vista la gravità del momento e le disposizioni contenute nei contraddittori decreti della Presidenza del Consiglio, ho dato disposizioni ai Maestri Venerabili della nostra Comunione di sospendere le tornate di loggia per evitare contatti non protetti e per non alimentare la diffusione del contagio.

Stiamo vivendo un momento difficile della nostra storia e faremo di tutto per seguire i consigli degli “esperti”, evitando di creare ulteriori problemi alle autorità, che, al momento, sembrano piuttosto confuse sui rimedi da adottare per la soluzione di un così grave problema.
Tuttavia non siamo degli imbecilli e, come cultori della “ragione”, siamo sempre alla ricerca della verità e questo ci spinge a porci delle domande alle quali vorremmo risposte precise e concrete.

Circolano in rete diversi filmati (con foto) che parlano del coronavirus, come di un virus brevettato in America nel 2014, con tanto di nome e cognome di chi lo ha brevettato e, se è stato brevettato, ci deve pur essere il vaccino, perché non si crea un’arma batteriologica senza creare un vaccino o l’antidoto, perché sarebbe una follia.
A quel che dicono, il virus sarebbe stato recapitato nel laboratorio cinese dal Canada, poco tempo prima della esercitazione o manifestazione militare alla quale erano presenti trecento soldati americani.

Dopo la loro partenza, esattamente quattordici giorni dopo, parte l’epidemia, proprio a Wuhan, centro nevralgico delle comunicazioni della Cina e a ridosso del capodanno cinese, quando milioni di persone si spostano per far rientro a casa.

Dopo la Cina, il virus colpisce l’Italia, ma il contagio non proviene (a quel che si dice) dalla Cina, ma da Monaco di Baviera.

Per puro caso Cina e Italia hanno sottoscritto, poco tempo prima, un trattato “la via della seta”, che prevede, per il 2020, due milioni di turisti cinesi nel nostro paese (trattato soffiato ai francesi all’ultimo momento) e, comunque, un avvicinamento dell’Italia alla Cina.

Non dobbiamo dimenticare che sul nostro territorio ci sono numerose basi americane ed interessi diffusi e che, nel periodo del sequestro Moro (almeno come sostiene Francesco Amodeo nel suo ultimo video), un personaggio dei servizi americani affiancava i nostri, forse proprio per evitare che Moro venisse salvato, reo quest’ultimo di voler portare i comunisti al governo e di avere stampato i famosi biglietti da cinquecento lire, non come Banca d’Italia, ma come Repubblica Italiana.

Oggi, in piena emergenza coronavirus, ventimila soldati americani, armati di tutto punto, stanno sbarcando in Europa per una “esercitazione militare programmata”.
Ma, se vi è una emergenza sanitaria di così grande portata, che costringe milioni di esseri umani a stare chiusi in casa; alla chiusura delle scuole; dei Tribunali; delle attività commerciali, perché non si è rimandata una esercitazione militare dove migliaia di soggetti entreranno in contatto con gente infetta, aumentando la diffusione del contagio ?

La spiegazione può essere una sola: i soldati sono vaccinati !

Quindi il vaccino esiste, tenuto conto che non si spegne un incendio buttando benzina sul fuoco.
Altro interrogativo riguarda la c.d. “Europa”.

Non è stato varato un piano sanitario comune per far fronte al coronavirus; sono state bloccate le forniture di mascherine verso l’Italia, segno evidente che gli altri stati se ne fottono di noi.

Ci consentono di spendere a debito, il che significa che dobbiamo restituire dei soldi che la B.C.E. stampa a costo zero con i relativi interessi, invece di intervenire aiutando chi si trova in difficoltà.

Domanda: a cosa serve restare in Europa?

Vogliono farci fare la fine della Grecia per comprare a prezzo di realizzo quel poco che ci è rimasto.

In 9 marzo il New York Times ha pubblicato un articolo al vetriolo contro l’Italia, dicendo che quello italiano è un popolo incapace di seguire le regole, persino quelle che imporrebbe il buon senso, e l’articolo è stato, poi, ripreso dal Guardian.

Ebbene, una cosa deve essere chiara: non accettiamo consigli e/o reprimende dai “vaccari” americani, sudditi dei poteri forti e della finanza occulta, pur restando sempre vicini ai fratelli e alle sorelle d’America che, come noi, si battono per la libertà.
Rivendichiamo la nostra libertà e mettiamo sul nostro balcone una bandiera italiana, contro i burocrati di Bruxelles; contro la nomenclatura della finanza occulta e dimostriamo il nostro orgoglio di essere italiani.

W l’Italia e il popolo italiano !

L’Avvocato FERNANDO RUCCI, Sovrano Gran Commendatore dell’Unione Logge Sovrane del Mediterraneo

——————–

Per chi fosse interessato a sapere qualcosa di più, spieghiamo chi è Fernando Rucci:

Fernando Rucci è nato ad Ortona (CH) il giorno 07/06/1948.

Laureato in Giurisprudenza presso l’Università G. D’Annunzio di Teramo, svolge la professione di avvocato a Pescara da oltre quaranta anni.

Per quindici anni è stato assistente di diritto del lavoro e sindacale presso la stessa facoltà ed è iscritto all’albo dei giornalisti, elenco speciale dal 1984.

È stato iniziato nel 1978 e ha svolto attività massonica nella Gran Loggia d’Italia di Piazza del Gesù, Palazzo Vitelleschi.

È uscito con il 33mo grado ed è stato Sovrano Gran Commendatore della filiazione italiana della Gran Loggia del Principato di Andorra.

Per due anni è stato Gran Maestro per Abruzzo, Molise e Puglia della Gran Loggia Regolare d’Italia e, poi, nel 2012 ha costituito l’Unione Logge Sovrane del Mediterraneo divenendone Sovrano Gran Commendatore.

Riconfermato nell’incarico per due trienni consecutivi, nel 2017 ha ideato l’Alleanza Universale Massonica, che sarà costituita ufficialmente a Madrid nella riunione fissata per il 12, 13 e 14 Ottobre 2018 a cui hanno dato la propria adesione oltre cinquanta Comunioni Massoniche italiane ed estere.

È cav. uff.  della Corona d’Italia, Commendatore dei Cavalieri di San Giorgio in Carinzia, e insignito della Gran Croce di Romania. Dalla Gran Loggia Federale di Spagna è stato insignito del titolo di Commendatore dell’ordine di Agostino Arguelles.

Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive per divulgare i principi di Libertà, Fratellanza e Uguaglianza e ha pubblicato un libro “Appunti di Massoneria – Insieme verso la luce”, esaurito.

Ha scritto le parole de l’”Inno della Libera Muratoria”, che viene già eseguito da numerose Comunioni estere.

Ha scritto, altresì, diverse poesie, pubblicate molti anni fa, di cui una è stata musicata dal Maestro Alfonso Olindo Iannucci, abruzzese, direttore del Conservatorio di Pesaro, che ne ha ricavato una romanza per pianoforte e voce solista.

È contrario ad ogni forma di potere occulto, dando alla Unione Logge Sovrane, che presiede, una valenza prettamente spirituale.

.