Emilia-Romagna: Molti imprenditori ritengono che una vittoria del centro-destra farebbe crollare l’economia della Regione.

La lotta, in Emilia Romagna, si fa ogni giorno più dura, ed anche tra gli imprenditori subentra una certa preoccupazione per l’annunciata sconfitta della sinistra storica in Regione, tanto che alcuni di questi, anche in ambito pubblico, sono apparsi sconfortati al pensiero che, un’eventuale vittoria del trio Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia, potrebbe far crollare l’economia della Regione, attentamente supportata e valorizzata dal Pd e dai suoi alleati in questi ultimi anni, tanto che l’Emilia-Romagna è, al momento, la Regione italiana maggiormente produttiva, con un export da record, da fare invidia anche a Nazioni particolarmente quotate nell’ambito della UE.

Noi, da bravi cronisti, ci limitiamo a riportare fatti e sensazioni, ma se gli emiliani dessero un’occhiata approfondita all’Abruzzo, governato dallo scorso anno da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, si renderebbero subito conto che cambiare una realtà politica con un’altra, sotto l’influenza di una campagna elettorale populista ed in alcune circostanze anche razzista, comporta seri rischi, che la loro Regione, al momento trainante l’economia nazionale, sarebbe meglio non corresse.